martedì, 11 settembre 2012 ore 23:59 (UTC+1)

11 settembre

A 10 anni dagli attentati (serie di trasmissioni speciali trasmesse nel 2011)

In sintesi

  • da lunedì 5 a domenica 11 settembre 2011

Leggi

Attacco alle Torri Gemelle
(foto Keystone)

Attacco all’America, attacco alla democrazia, tentativo del jihaddismo salafita di unire le masse musulmane per far rinascere il progetto di un califfato, guerra a un occidente indebolito internamente e internazionalmente.. Quel giorno di 10 anni fa incancellabile per quelle atrocità spettacolari e mediatizzate sembra rappresentare un po’ tutto questo. Il dibattito sull’11 settembre del 2001 non si è ancora spento. Così come è rimasta viva la polemica sulla risposta che l’amministrazione Bush decretò con le due successive guerre, in Afghanistan dapprima e in Iraq inseguito. Le guerre di Bush furono in effetti la reazione a una guerra davvero strana, inedita: una guerra senza eserciti, con un nemico quasi invisibile proveniente da un paese amico ( gli attentatori era quasi tutti sauditi). L’11 settembre, giorno in cui si è scatenata sul suolo americano con una brutalità estrema la furia del fanatismo, ha fatto ripiombare il paese in un clima di paura che sembrava archiviato molto lontano nella sua storia. Certo gli Stati Uniti con l’attentato di matrice interna a Oklahoma City nel 1995 o con quello di matrice islamista al World Trade Center due anni prima avevano già visto allungarsi sul loro territorio l’ombra del terrorismo. Ma nulla di comparabile a quegli attacchi che nel settembre di 10 anni fa presero di mira le zone nevralgiche della superpotenza: la finanza (il WTC di New York) la difesa (il Pentagono a Washington) e la politica (l’aereo schiantatosi in Pennsylvania era verosimilmente diretto contro la Casa Bianca o il Congresso). Nine eleven, come lo chiamano gli americani fu l’inizio di un decennio all’insegna dell’incertezza: Al Qaida mise a segno una lunga serie di attentati contro paesi democratici o paesi musulmani considerati pro-occidentali ( Spagna, Regno Unito, Indonesia, Marocco, Giordania, Tunisia) ma l’organizzazione terroristica esce sconfitta da questi anni di violenza. Non solo per l’uccisione di Bin Laden in Pakistan, che sembra chiudere un’epoca, ma per l’incapacità di trascinare le masse nella direzione da lei voluta. La primavera araba segna proprio la disfatta del radicalismo dell’islam politico. Ma anche il fondamentalismo salafita, quello che preconizza un ritorno alla tradizione, ha preso viepiù le distanze da un movimento ritenuto responsabile, come sottolinea l’islamologo Gilles Kepel, della fitna (divisione) nel mondo islamico. Ma se il decennio dell’11 settembre conta degli sconfitti, non ha in realtà nessun vincitore. Se da una parte l’America può piccarsi di aver eliminato fisicamente il nemico pubblico numero uno, dall’altra non può in effetti andare fiera della guerra in Iraq, micidiale in distruzioni, in vite umane, illegittima nelle sue motivazioni, pesante per i conti pubblici. Gli USA sono arretrati anche su uno dei capitoli più sensibili e importanti : la rimessa in discussione, sotto la presidenza Bush di alcuni cardini sul quale il paese aveva costruito lo Stato di Diritto: le limitazioni alle libertà civili e le immagini di Abu Graub e di Guantanamo non lasciano molti dubbi sui danni profondi che la gestione del dopo nine eleven ha causato al paese e alla sua immagine.


La programmazione di Rete Due:

Laser
05.09.11 L’11 settembre visto da Michael Dukakis
06.09.11 Testimoni dell’11 settembre: Susan Retik
07.09.11 L’11 settembre visto da uno scrittore
08.09.11 L’incredibile storia di un uomo normale: Pasquale Buzzelli
09.09.11 L’11 settembre visto da Noam Chomsky

Geronimo storia
05.09.11 Segreti

Geronimo filosofia
06.09.11 La fine dell’Impero

Geronimo Libri
07.09.11
Senza parole. O forse no.

Moby Dick
10.09.11
Come eravamo, come siamo

Il giardino di Albert
11.09.11
11 settembre, “La cospirazione impossibile”


Visita la pagina dedicata alla settimana speciale

Gallery

I vigili del fuoco si fanno strada nelle macerie dopo il crollo delle Torri (Keystone)

I vigili del fuoco si fanno strada nelle macerie dopo il crollo delle Torri

Keystone

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12

RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana, succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR logotipo