lunedì, 04 aprile 2011 ore 17:35 (UTC+1)

L’uomo (s)compare nell’Olocene

Max Frisch nel centenario della nascita - di Mattia Mantovani

In sintesi

  • Blu come un'arancia
  • da lunedì 4 a venerdì 8 aprile 2011
  • ore 17:35 (replica alle ore 01:30)

Leggi


(foto Tipress)

La serie di questa settimana, a cura di Mattia Mantovani, è la prima di due serie dedicate a Max Frisch, il grande scrittore zurighese del quale ricorrono i vent’anni dalla morte e soprattutto i cento anni dalla nascita. Questo duplice anniversario offre lo spunto per riflettere con la giusta distanza sull’opera di uno dei massimi scrittori non solo svizzeri del Novecento, e per capire quale sia la sua eredità più profonda. Al centro di questa prima serie c’è il romanzo più singolare e più indefinibile di Frisch: Der Mensch erscheint im Olozän, uscito originariamente nel 1979 presso l’editore Suhrkamp di Francoforte e apparso due anni dopo anche in traduzione italiana per Einaudi col titolo L’uomo nell’Olocene. Le cinque puntate di questa prima serie fisseranno l’attenzione sui passi fondamentali di questo splendido romanzo che Frisch ha ambientato nella sua terra d’adozione, la Valle Onsernone, raccontando una storia universale di solitudine e di isolamento.

1. LA PAGODA DI CRACKERS
2. IL TUONO E LA MEMORIA
3. LE PAROLE E L’ALIENAZIONE
4. ROBINSON IN VALLE ONSERNONE
5. LA NATURA NON HA BISOGNO DI NOMI


Ascolta

Proprietà audio
La pagoda di crackers (1./5)

04.04.2011

RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana, succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR logotipo