martedì, 12 luglio 2011 ore 12:20 (UTC+1)

Il fiume dell'oblio

di Francesca Rigotti e Margherita Coldesina

In sintesi

  • Fenarete Due
  • martedì 12 luglio 2011
  • ore 12:20

Leggi


(foto Keystone)

Andare al fiume per lavare i panni posti sul carretto trainato dall'asino-filosofo è occasione, per Fenarete e sua figlia, di parlare dell'oblio. Il nostro immaginario infatti colloca il passato, e i ricordi che ne abbiamo, in acque scure e profonde dalle quali talvolta i ricordi vengono ripescati o emergono come corpi tornati a galleggiare sulle acque. Anche la bambina, che inizia a comprendere e a seguire le problematiche filosofiche, si rende conto che quando si sforza di ricordare qualcosa è come se lo andasse a ripescare nel fondo di se stessa per portarlo poi alla superficie, alla luce e all'aria. Anzi, la sorellina di Socrate arriva a cogliere uno dei principi dell'immaginario, cioè la compresenza di valori anche opposti, nel fatto che il fiume dell'oblio è quello da cui si beve per dimenticare, ma anche quello che beve e inghiotte i ricordi.

Ascolta

Proprietà audio
Il fiume dell'oblio

12.07.2011

Le puntate

RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana, succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR logotipo